A COGNITIVE APPROACH TO TV SERIES

1363effd-ea69-487a-8909-0a671b788159Convegno internazionale di studi a cura di Margrethe Bruun Vaage (University of Kent), Michele Guerra (Università di Parma), Veronica Innocenti (Università di Bologna), Héctor J. Pérez (Universidad Politécnica de Valencia)

 

dove: Salone Marescotti (Bologna, via Barberia 4)
quando: mercoledì 25 e giovedì 26 maggio, ore 9-18

Nonostante alcuni lavori recenti, un approccio cognitivo allo studio delle serie TV deve essere ancora pienamente sviluppato. L’ottava edizione di Media Mutations mira a giocare un ruolo fondamentale nel favorire questo settore ancora emergente, ma particolarmente promettente. Tra gli obiettivi del convegno vi è dunque l’affermazione degli studi cognitivi come metodo interdisciplinare all’interno dei Media Studies. L’interesse degli organizzatori è prevalentemente (ma non esclusivamente) orientato a selezionare proposte che affrontino i seguenti temi: la natura e il ruolo delle emozioni nelle serie TV, i processi cognitivi suscitati dalle narrazioni seriali, la partecipazione del pubblico e la creazione di paratesti, e, infine, il rapporto tra gli studi cognitivi in ambito televisivo e altri approcci teorici pertinenti (ecosistemi narrativi, embodied narratology). L’edizione 2016 di Media Mutations è progettata, organizzata e co-finanziata grazie al lavoro congiunto di un team internazionale di ricercatori riuniti intorno al progetto di ricerca Theoretical Innovation Strategies in the Analysis of Narration in Television Series (CSO2014-51872-R), finanziato dal Governo spagnolo e coordinato da Héctor J. Pérez (www.researchseries.org).